CASA EDITRICE

                          PM MANAGEMENT GROUP PRODUCTION/FILM PRODUCTION SRLs

Offriamo un servizio di consulenza per scrittori, produttori ed altro, per strutturare e/o sviluppare, una sceneggiatura per il cinema, adattandola da un testo letterario, romanzo o racconto.

                                      L’esperienza di sceneggiatori al vostro servizio.

 

                     Vuoi pubblicare il tuo libro, vuoi realizzare il tuo sogno nel cassetto?

Invia il tuo testo inedito alla nostra Casa Editrice, sarai ricontattato soltanto se l’opera è ritenuta idonea alla pubblicazione.

Un esperto a tua disposizione seguirà passo dopo passo la tua pubblicazione: revisione del testo, editing completo, grafica, servizi e codici ISBN, prefazione, postfazione, distribuzione online e nelle librerie, presentazione e divulgazione dell’opera.

SCRIVICI UNA MAIL a :

                                            piero-melissano-management@gmx.ch

                                             VISITA IL NOSTRO SITO INTERNET

 

 

                                             www.pieromelissanomanagement.com

 


La PM MANAGEMENT GROUP PRODUCTION/FILM PRODUCTION SRLs di Piero Melissano, rappresenta l'autrice Michela Zanarella, in libreria con la raccolta di poesie "LE PAROLE ACCANTO" editore  Interno Poesia-

Michela Zanarella was born in Cittadella (PD) in 1980. Since 2007 he lives and works in Rome. He published the following collections of poetry: Credo (2006), Awakenings (2008), Life, infinite, havens (2009), Sensuality (2011), Meditations for women (2012), The aesthetics of the beyond (2013), The identity of the sky (2013), Tragically red (2015), The words near (2017). In Romania it came out in a bilingual edition the collection Imensele coincidenţe (2015). The author of fiction and texts for theater, is editor of Italian Journal and Laici.it. His poems have been translated into English, French, Arabic, Spanish, Romanian, Serbian, greek, Portuguese, Hindi and Japanese. He got the Creativity Prize at the International Prize Naji Naaman's 2016. Is ambassador for culture and represents Italy in Lebanon for the Foundation Naji Naaman. Is in the direction of Writers Capital International Foundation. Corresponding member of the Academy Cosentina, founded in 1511 by Aulo Giano Parrasio.

 

Michela Zanarella è nata a Cittadella (PD) nel 1980. Dal 2007 vive e  lavora a Roma. Ha pubblicato le seguenti raccolte di poesia: Credo (2006), Risvegli (2008), Vita, infinito, paradisi (2009), Sensualità (2011), Meditazioni al femminile (2012), L’estetica dell’oltre (2013), Le identità del cielo(2013) Tragicamente rosso (2015), Le parole accanto (2017). In Romania è uscita in edizione bilingue la raccolta Imensele coincidenţe (2015). Autrice di libri di narrativa e testi per il teatro, è redattrice di Periodico italiano e Laici.it. Le sue poesie sono state tradotte in inglese, francese, arabo, spagnolo, rumeno, serbo, greco, portoghese, hindi e giapponese. Ha ottenuto il Creativity Prize al Premio Internazionale Naji Naaman’s 2016. E’ ambasciatrice per la cultura e rappresenta l’Italia in Libano per la Fondazione Naji Naaman. E’ alla direzione di Writers Capital International Foundation. Socio corrispondente dell’Accademia Cosentina, fondata nel 1511 da Aulo Giano Parrasio.

 


                                             Francesca Currieri

    Addetto stampa e legale generale della PM Management Group                               Production/Film Production SRLs

__________________________________________________________

 

Biografia

 

Francesca Currieri  è una scrittrice e poetessa siciliana, avvocato, giornalista.

 

  Libri Pubblicati:

 

 -Nel 2007 ha pubblicato il romanzo  “Non farti rubare i tuoi diritti ” ;

- Nel 2014 ha pubblicato la raccolta di poesie “Rarichi du passatu”;

- Nel 2014 ha curato la pubblicazione dell’antologia “Premio di poesia Agnese Borsellino 2014" 

- Nel 2015 ha curato la pubblicazione dell’antologia “Premio Obiettivo Legalità 2014" 

- Nel 2015 ha pubblicato la raccolta di poesie “I Riflessi del cuore”;

- Nel 2015 ha curato la pubblicazione dell'antologia “La Biglia Verde 2015"

- Nel 2015 ha curato la versione italiana della commedia italiana “Pane, pizzo e libertà"

- Nel 2016 ha pubblicato la commedia teatrale “Giuseppe La Franca (vittima di mafia) 

- Nel 2016 ha scritto la sceneggiatura “Il coraggio di morire"

- Nel 2016 ha pubblicato la raccolta  di poesie “Non smettere di sognare"

- Nel 2017 ha pubblicato  il libro “Cambuca non è mafia"

- Nel 2017 ha curato la pubblicazione dell'antologia “La Biglia Verde 2016"

 

Cortometraggi e commedie teatrali in cui ha partecipato anche come attrice e presentatrice

 

-          Pane, pizzu e Libertà versione in lingua italiana

-          Dentro la casa dell’orco

-          Gli ultimi giorni di Giuseppe La Franca

 

Francesca Currieri ,  castelbuonese di nascita, già consigliere comunale, avvocato, giornalista, scrittrice, poetessa, si spende nell’attività dell’informazione e nei percorsi culturali, organizzando e curando la presentazione di vari eventi.  Direttore dell’emittente televisiva TV7 Partinico e corrispondente dell’emittente CTS di Palermo, conduce trasmissioni e rubriche a sfondo sociale (Parliamone - Piazza Rivoluzione, con lo storico Lino Buscemi- Sottotraccia- Parliamo di… ecc).  Nel 2007 ha pubblicato l’opera autobiografica “non farti rubare i tuoi diritti”. Alcune delle sue poesie sono state inserite in diverse antologie: “parole e speranza” nell’antologia “parlami d’amore” (ass. Akkuaria di Vera Ambra); “le ali mozzate” e “preghiera di una madre” nell’antologia, “donna semplicemente donna” (ass.Akkuaria di Vera Ambra); il racconto “il pianto di una donna” è stato pubblicato nell’antologia “100 parole per raccontare“(casa editrice carta e penna); la poesia “la maschera del tempo” è stata inserita nell’antologia fuliggine (casa editrice, gli occhi di Argo); si è classificata al terzo posto al premio di poesia e letteratura “città di San Giorgio a Cremano”, patrocinato dal Presidente della repubblica, Giorgio Napolitano; la poesia “il profumo della solitudine” è stata inserita nell’antologia 1 concorso internazionale citta di Borgetto 2013; ha curato la prefazione nella commedia teatrale “ogni nodo viene al pettine” Francesco Billeci & Dario Veca. Ha pubblicato la silloge “Rarichi du passatu” a quattro mano col poeta Francesco Billeci. E’ stata insignita del premio speciale giornalistico, assegnato dall’Accademia internazionale, il Convivio di Castiglione di Sicilia e della menzione di merito dall’archivio diaristico, la Lanterna bianca, con il racconto “la carta è più paziente degli uomini”. Ha curato la prefazione ed ha pubblicato la poesia "Grazie Agnese" all'interno dell’antologia del concorso “Agnese Borsellino I edizione 2014”. La poesia “meravigliosa estate” è stata inserita nell’antologia Summer 2014 (casa editrice la stella cadente di Napoli); nel 2015 ha pubblicato la poesia “Il Cielo di Cambuca” curando la prefazione per l’antologia Obiettivo legalità 2014(pubblicata dall’Osservatorio Sviluppo e Legalità); la  poesia “bambino del Congo” è stata inserita nell’antologia “Io sto Con Telethon” (casa editrice La stella Cadente). Nel 2015 la poesia "a me matri" è stata inserita nella raccolta antologica "Per te mamma" pubblicata dalla casa editrice La stella Cadente di Napoli. Nel 2015 ha ricevuto il premio speciale dall’archivio Diaristico, La Lanterna Bianca, con il racconto “cuore di madre".

Nel 2015 ha pubblicato la silloge di poesie “I riflessi del cuore” edito da Vitale Edizioni Sanremo. Ha curato la prefazione per l’antologia del concorso “La Biglia verde 2015 ”pubblicata dall'associazione culturale LA Biglia Verde, nella quale riveste la carica di vice presidente, contenente anche la sua poesia inedita "Gocce di luce"; Nel 2015 Ha curato la postfazione della raccolta di poesie "Germogli di fede" di Francesco Billeci. Nel 2015 ha ricevuto il premio speciale per la poesia "Giovanni e Paolo" dal Comune di Milena. Nel 2015 ha curato la prefazione per la silloge di poesie di Pippo Carollo pubblicata dalla casa editrice Vitale Edizioni; Nel 2015 ha curato la prefazione per la commedia teatrale "Pane, pizzo e libertà" di Francesco Billeci pubblicata dalla casa editrice Drepanum. Nel 2015 la poesia "Giovanni e Paolo" è stata inserita nella raccolta antologica "7 edizione Il Paese delle Robbe"   pubblicata dal Comune di Milena. Ha scritto ed inciso nel 2015  insieme al cantante Enzo Barbaro il singolo musicale  "Audaci noi"  e con la partecipazione di Francesco Billeci. Ha curato le prefazioni dei libri "Grazie a chi... comincio da me" di Marina Brugnano e "La ragnatela" di Giovanna Fileccia. Ha scritto e partecipato come attrice al cortometraggio "Dentro la casa dell'orco"; 2° posto con la commedia teatrale "Gli ultimi giorni di Giuseppe La Franca" al premio di poesia "Città di San Giorgio a Cremano" organizzato dall'associazione Talenti Vesuviani (2015). Ha scritto la prefazione per il libro "Il Senso del mio giardino" di Piero Melissano (2016);Ha ricevuto al XII premio Marilianum  il 2° posto per il cortometraggio "Dentro la casa dell'Orco"; Nel 2016 ha scritto la prefazione per il libro "Il ragazzino dell'alabastro" di Francesco Ferrante. Ha scritto la prefazione per il libro “poesia” di Pippo Carollo. Ha scritto la prefazione per il libro “Cadaveri allo specchio” di Roberta Arnone.  Ha scritto la prefazione per il libro "Lo Scriba - Le Riflessioni del cuore" di Totò Mirabile(2016) pubblicato dalla casa editrice Il mio libro; Ha scritto la prefazione per il libro "Cadaveri allo Specchio di Roberta Arnone". Ha scritto la prefazione per il libro "Riflessi di luce" di Rosa Maria Chiarello. Ha scritto la prefazione per l'antologia del premio internazionale di poesia "La Biglia Verde 2016"; Nel 2017 ha scritto la prefazione per il libro "Il respiro della tua luce" di Piero Melissano (2016) pubblicato dalla casa editrice La Biglia Verde;  "; Ha scritto la prefazione per il libro "Il Senso del mio giardino" di Piero Melissano (2016); Nel 2017 la poesia "Il vento della pace" è stata pubblicata nell'antologia del premio internazionale di poesia "La Biglia Verde 2016";

Nel 2017 la poesia "Cosa penso di te" è stata pubblicata all'interno della raccolta antologica "Il respiro della tua luce di Piero Melissano" pubblicata dall'associazione culturale  La Biglia Verde; Dal 2016 riveste la carica di presidente nell'associazione culturale La Biglia Verde e di socio responsabile ufficio stampa  nell'associazione antiracket Liberjato.

 

 

 

 

           

 

           

 

 


                                                   FERRUCCIO CASTRONUOVO       REGISTA

E’ nato a Bari. E’ autore, sceneggiatore, regista televisivo e cinematografico e docente di cinema. E’ stato anche disegnatore di cartoni animati, protagonista e regista di spot pubblicitari, cantautore, cabarettista e attore cinematografico.
Figlio di un avvocato, fino all’età di due anni vive a San Menaio, nel Gargano in Puglia, poi,  in pieno regine Fascista, la famiglia si trasferisce in Etiopia e nel 1940, allo scoppio della guerra, fa ritorno nel Gargano e quindi poi a Roma. Compie gli studi classici nella capitale dove per due anni frequenta la Facoltà di Giurisprudenza; contemporaneamente si interessa di teatro e dopo gli studi liceali conosce Pino Zac (Zaccaria), il grande disegnatore satirico, anch’egli pugliese. Con lui collabora al quotidiano romano “Paese Sera” dove Zac cura delle storiche strisce (Geremia, Gatto Filippo) e alle quali partecipa lo stesso Castronuovo firmandosi con lo pseudonimo di Peter Ferro. In quei mesi arriva al giornale romano anche un giovane, Giorgio Forattini che proprio da Castronuovo troverà ispirazione per i suoi famosi politici nudi.
Agli inizi degli anni Sessanta si avvicina al cinema d’animazione firmando una serie di cartoni animati (‘La sedia’, ‘L’ultimo pedone’ quest’ultimo firmato con Zac) e introduce anche una tecnica per l’animazione di sua invenzione.
Fa cabaret in vari locali, canta e suona, sulla scia dei primi tentativi di musica cantautorale  italiana, esprimendosi soprattutto in dialetto garganico. In quegli anni lavora nei più noti cabaret di Roma, Parigi, Bruxelles e Barcellona.
La sua formazione teatrale era avvenuta anni prima, frequentando la Scuola del “Teatro Sperimentale di Roma”, con Filippo Coarelli e successivamente la Scuola di Mimo di Parigi diretta dal grande Marcel Marceaux.
Da sempre appassionato di musica popolare, nel 1965 è tra i fondatori del “Folkstudio” di Roma, nato sull’esperienza di un circolo sorto nel 1959 ad opera di un artista americano, dove tiene spettacoli di musica popolare. Tra il 1960 e il 1970 apre un proprio locale, “L’Armadio”, e nel 1971 suona al “Teatro delle Arti” in concerto con Arold Bradley.
Passa poi dai cartoni animati alla pubblicità, terreno che gli permette di esprimersi sia come attore che come regista o aiuto regista. In televisione passano famosi “Caroselli” dove Castronuovo recita oppure è dietro la macchina da presa. Vanno ricordati di quegli anni spot di grandi aziende come Agip, Cinzano, Perugina, Camay, Colgate, Ajax, Manzotin o più tardi, come nel 1995, quello per Opel Corsa e, più recentemente, le telepromozioni Motta, Kellogs, Kinder Ferrero, Volkswagen in onda sulle reti Mediaset.
Arriva poi l'occasione che gli cambia la vita: con una cinepresa a 16mm realizza uno scoop storico, curando e filmando nel 1968 a Roma gli storici scontri tra studenti universitari e polizia a Valle Giulia. Subito dopo, un altro importante video documento, stavolta a Parigi in occasione del “Maggio francese”, circostanza in cui rischia anche la vita. Queste esperienze gli consentono di stringere importanti rapporti con il mondo del cinema. Collabora o è aiuto regista di Pierpaolo Pasolini, Ugo Gregoretti, Ettore Scola, Luigi Zampa, fratelli Taviani, Giuseppe De Santis.
All’inizio degli anni Settanta conosce Maurizio Costanzo che apprezza una sua canzone sulla morte di Kennedy e lo segnala ad una audizione in RAI per nuovi autori. Vi entra nel 1970 e poco dopo realizza il suo primo film come autore, regista e sceneggiatore, ‘Sonata al chiaro di luna’, con Pamela Tiffin, Piero Vida e Rossano Jalenti.
Ancora in televisione realizza le gags filmate di programmi come ‘Hai visto mai!’ (1972), con Gino Bramieri e Lola Falana e poi ancora ‘Tante scuse’ (1973) con Raimondo Vianello e Sandra Mondaini. Cura anche la regia di alcuni reportages e servizi giornalistici nell’àmbito del programma RAI ‘TV 7’ e ‘Stasera G7’.  Nel 1986, per RAI 2, firma la regia di ‘Tagli ritagli e frattaglie’, con il conterraneo Renzo Arbore, Luciano De Crescenzo e Lori Del Santo che per primo aveva già esaminato in un provino in occasione del film ‘La città delle donne’ di Fellini. L’anno dopo è autore, regista e anche attore di sette comiche realizzate per il programma di RAI 1 ‘Di che vizio sei’, con Gigi Proietti.
Per la televisione Castronuovo ha anche realizzato più di cento puntate del programma ‘Scene da un matrimonio’ con Davide Mengacci in onda su Canale 5, replicato più di 7 volte.
E’ stato anche regista, nel 1996, del documentario ‘Civita di Bagnoreggio’ trasmesso sul canale satellitare “Marco Polo” nonchè autore e regista, nel 2001, di 15 puntate per Canale 5 del programma ‘Buon mercato Italia’. Nello stesso anno, ma anche nel 2002 e nel 2003, ma per Rete4 è stato autore di diversi servizi per la trasmissione settimanale ‘Gentes’. Sul piano cinematografico si segnala nel 1975 quando Federico Fellini lo chiama per realizzare un backstage sul set del suo ‘Casanova’. Il regista riminese, che apprezza molto il lavoro di Castronuovo, gli affiderà l'esclusiva sulla sua immagine per altri 12 anni. Da questo rapporto di collaborazione nascono diversi “speciali” su alcuni celebri film di Fellini, dei quali Castronuovo segue tutta la lavorazione, filmandola, così come avverrà per Sergio Leone che gli chiede, nel 1985, di filmare il backstage del suo popolare ‘C'era una volta in America’. Nel 1975 firma la regia dello special TV per la “Universal” americana, ‘The last Casanova’, sul film di Fellini ‘Il Casanova di Fellini’. Nel 1980 è regista e autore di un altro special TV dedicato al grande Maestro romagnolo, ‘Appunti sulla Città delle donne’, col quale viene invitato a ben cinque festival cinematografici e che a Parigi viene proiettato per tre mesi alla “Galleria nazionale d’arte moderna”. Nel 1983 RAI 1 trasmette un altro suo special dedicato a Fellini, ‘E la nave va...’, mentre nel 1985 cura la regia di ‘Ed ecco a voi...!’, altro special TV sul film ‘Ginger e Fred’, sempre di Fellini.
Del 1984 è invece un film interamente girato in Puglia, ‘Il ragazzo di Ebalus’, diretto da Castronuovo anche se alla fine, dopo alterne e sfortunate vicende, vi figura solo come supervisore. Il film vince anche il “Premio Opera Prima” al «Festival del Cinema di Venezia» del 1985.
Un film come regista lo realizza nel ’96: ‘Gratta e vinci’, un film comico con Manuela Arcuri, Stefano Masciarelli e Sergio Vastano per la Dania Film, nel quale compare anche in veste di attore nel ruolo di un regista pubblicitario. Nel 2004 ha invece firmato come sceneggiatore il film ‘Talk to me about Federico, please!’, presentato al Ministero della Cultura per la sovvenzione governativa.
Castronuovo ha lavorato effettivamente anche come attore. Ha recitato in vari film e telefilm, come ‘Ginger e Fred’ (1985) di Fellini, al fianco di Giulietta Masina, e ‘Splendor’ (1986) di Ettore Scola con Marcello Mastroianni e Massimo Troisi, in ruoli anche abbastanza importanti. In precedenza aveva avuto ruoli minori nei film ‘I tre volti’ (1965) di Michelangelo Antonioni, ‘Togli le gambe dal parabrezza’ (1976) di Massimo Franciosa, ‘Zucchero miele e peperoncino’ (1984) di Sergio Martino.
Ha anche recitato in telefilm come ‘Ferragosto OK’ (1980), ‘Mamma per caso’ (1986) con Raffaella Carrà e nella miniserie ‘Inviati speciali’ (2000) diretta da F. Laudadio per RAI 1.
Il cineasta vichese è anche autore di diversi cortometraggi di tipo documentaristico dei quali si ricordano maggiormente ‘Quel Ferragosto del '59’, ‘Ricordo di un trabucco garganico’, ‘Il sacro fuoco del Gargano’, ‘I sogni muoiono all'alba’, ‘Risveglio di Kalena’ e ‘L’antica arte dei trabucchi’ e ‘Il nostro amico Fellini’. In qualità di sceneggiatore  Castronuovo ha firmato molte sceneggiature alcune delle quali tradotte poi in film e, per la RAI  sette puntate dell’importante sceneggiato ‘L'eredità della Priora’, andato in onda nel 1980, per la regia di Anton Giulio Majano.
Nel suo passato non mancano esperienze come regista di videoclip. Il più importante riconoscimento gli è arrivato nel 1985 quando è stato invitato ufficialmente alla 57ª “Mostra del Cinema di Venezia” per presentare il suo ‘Metallo Italia’, una sorta di film musicale di quasi 1 ora nel quale presentava otto gruppi rock e metal italiani ripresi al mitico “Piper” di Roma negli anni Ottanta.
Da qualche tempo Ferruccio Castronuovo è tornato a vivere nel suo Gargano, dove insegna cinema in alcuni Istituti superiori e con i quali produce corti e cortissimi presentati anche in vari Festival nazionali. In precedenza ha tenuto stage per scuole di cinema e televisione (NUCT, Griffith, Licei e Istituti professionali).
I suoi ultimi impegni televisivi lo portano a firmare per Rete4 la regia de ‘La Messa in diretta’, in onda tutte le domeniche alle 10,00.

 

Ultime produzioni “UNA BUGATTI A VICO DEL GARGANO”, un film documentario molto autobiografico e una serie di corti su Vico del Gargano tra i quali “SAN VALENTINO UN AMORE, UNA STORIA” e 3 video della serie “I BORGHI PU’ BELLI D’ITALIA”.